photo blog
Le principali scadenze fiscali di dicembre 2017

  Siamo tornati con il nostro solito appuntamento mensile sulle scadenze fiscali, l'ultimo per questo anno. Ecco una rapida analisi delle scadenze fiscali di chiusura del 2017:

  15 dicembre – Registrazione fatture, ddt, versamento contributi eccedenti il minimale

-       Di cosa si tratta? Si tratta dell’emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese precedente e risultanti da ddt o altri documenti idonei a identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione. Infine scade il termine per il versamento (integrale o prima rata) dei contributi eccedenti il minimale derivanti da Redditi 2017.

-       A chi è rivolta? Tutte le imprese che hanno consegnato o spedito beni durante il mese di novembre. Attenzione a riportare la data a cui fa riferimento il documento.

  16 dicembre (scad effettiva 18 dicembre) – versamento IMU, TASI, IVA, ritenute alla fonte, contributi INPS

-       Cosa sono? IMU e TASI sono le due imposte sulla casa che formano la IUC; i contributi INPS sono quelli che l’impresa versa per conto del dipendente con conseguente trattenuta in busta paga

-       Chi le deve pagare? Per i contributi previdenziali, chiunque svolga opera di sostituto d’imposta, per l’IVA tutte le attività economiche e che hanno optato per un regime di versamento IVA mensile. 

-       Attenzione allo Split Payment!  Ne abbiamo già scritto sul nostro blog e cogliamo l'occasione per ricordarlo. Da luglio aumentano i soggetti che applicano lo Split Payment, ossia versano l’IVA direttamente all’Erario e non al fornitore, il quale è comunque tenuto a versare l’IVA a debito per vedersi rimborsare in un secondo momento l’IVA a credito non ricevuta. I nuovi soggetti coinvolti dallo Split Payment sono tutte le aziende sotto la direzione delle Pubbliche Amministrazioni, compresi gli Enti Territoriali e le aziende quotate all’indice FTSE MIB della borsa di Milano.

 

  27 dicembre (25 dicembre scadenza originaria) – Presentazione Elenchi mensili INTRASTAT con IVA comunitaria e versamento acconto IVA

 

-      Cosa sono? Si tratta di un’imposta che riguarda tutti coloro in possesso di partita IVA comunitaria e che compiono operazioni di scambio su beni mobili all'interno dell'Unione Europea; del versamento di dell’acconto IVA.

-      A chi sono rivolti? Questa volta l’appuntamento interessa solo le imprese che hanno optato per il regime mensile mentre l’acconto IVA è rivolto ai contribuenti mensili (per il mese di dicembre) e ai contribuenti trimestrali (per il quarto trimestre).

 

  31 dicembre – dichiarazione Uniemens, scheda carburante, contratti di locazione, agenti di commercio, inventario di magazzino

-      Di cosa si tratta? i datori di lavoro devono comunicare mensilmente all’INPS i dati retributivi e le informazioni utili al calcolo dei contributi; alla fine del mese/trimestre bisogna rilevare sulla scheda carburante il numero dei km dell’automezzo; scade il termine per il versamento dell’imposta di registro; invio della raccomandata A.R. per l’applicazione della ritenuta d’acconto; è necessario determinare le rimanenze in magazzino e valutare le opere in corso.

-      A chi è rivolto? La dichiarazione Uniemens è obbligatoria per tutti i datori di lavoro di aziende private


Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.